22nd - Mar - 2017

Il settore della telefonia mobile si unisce per contrastare il fenomeno delle frodi nel mondo del messaging

Graphic of profiles of two people with a lightbulb above them

Il MEF (Mobile Ecosystem Forum), organizzazione che si occupa del commercio mobile internazionale, ha lanciato la  Enterprise Messaging Guide, una guida utile per qualsiasi brand o business che utilizza la messaggistica mobile tramite SMS nei processi di coinvolgimento dei cliente, marketing, autenticazione, notifica e altro ancora.

La guida è stata sviluppata da un team valido composto da oltre 30 partecipanti al programma Future of Messaging Programme che riunisce rappresentanti CLX, operatori di telefonia mobile, fornitori di messaggistica globali, provider di tecnologia hardware e software e altri, nell’ecosistema della messaggistica aziendale del MEF.

La Enterprise Messaging Guide è disponibile a questo link per il download gratuito.

Joanne Lacey, COO del MEF, ha sottolineato perché è importante educare sia il lato acquirenti che il lato fornitori del mercato della messaggistica al fine di garantire che la trasparenza venga promossa in tutta la catena del valore e, fondamentalmente, per arginare il fenomeno delle frodi. ‘La messaggistica enterprise o A2P (application-to-person), continua la sua rapida ascesa, affermandosi come uno dei modi più efficaci per le aziende di interagire con i consumatori. E’ anche la forma più affidabile di comunicazione secondo il 35 per cento dei consumatori, come emerso dal recente report congiunto di MEF e CLX Mobile Messaging Fraud Report che la identifica come preferenza in termini di affidabilità del mittente’.

Le aziende e i brand che si affidano a fornitori malintenzionati che sfruttano questi canali non autorizzati – come le rotte illegali, le cosiddette “grey routes” – per la consegna dei messaggi, rischiano danni reputazionali e finanziari. L’utilizzo di percorsi non autorizzati pone anche il consumatore a rischio, ad esempio, facendo finire i i dati bancari o le password dei clienti nelle mani di malfattori.

Inoltre, questo fenomeno ha un impatto sull’ecosistema della messaggistica, in quanto l’utilizo di rotte non autorizzate va spesso di pari passo con la consegna di spam ai consumatori, non contemplata negli accordi con l’operatore, e permette di eludere le tasse di terminazione dovute al gestore della rete mobile che consegna l’SMS.

Tuttavia, questi problemi non sono nuovi, e sono comuni quando ci si imbatte in truffatori alla ricerca di scappatoie per sfruttare il cambiamento nel corso del tempo. Per questo motivo gli stakeholders di tutto l’ecosistema di messaggistica aziendale si sono riuniti nell’ambito del Future of Messaging Programme del MEF con l’obiettivo di adottare misure concrete e positive per eliminare le frodi e contribuire a mantenere l’A2P SMS come canale di fiducia per la messaggistica aziendale.

Lo scorso anno il gruppo ha identificato 11 tipi di frode ai danni del canale. L’ultima guida ha lo scopo di sensibilizzare ed educare gli acquirenti di messaggistica aziendale, affinché comprendano meglio i 6 tipi di percorsi autorizzati ed evitino di incappare inconsapevolmente in pratiche illecite, perpetuando l’uso delle rotte non autorizzate.

La guida demistifica e definisce il linguaggio industriale comune e dei diversi ruoli della catena del valore che è, per sua natura, estremamente complessa. I partecipanti al gruppo di lavoro hanno compiuto un passo decisivo, tracciando i sei tipi di percorsi autorizzati per la fornitura di messaggistica mobile aziendale. La guida offre inoltre un orientamento pratico e identifica le caratteristiche essenziali delle soluzioni di messaggistica enterprise inclusi i prezzi, la conformità e la performance.

E’ responsabilità di entrambi, acquirenti e fornitori, proteggere i consumatori e collaborare insieme per educare le aziende affinché utilizzino percorsi autorizzati ed evitino quelli fraudolenti.

Signup for Blog Updates