28th - Lug - 2017

La nuova funzione del rapporto sulla messaggistica aziendale – Cosa c’è da sapere

Graphic of a book and a phone next to each other

In seguito al lancio previsto per il prossimo anno della Business Chat di Apple, all’aumento di chatbot e all’arrivo sul mercato dello standard RCS Business Messaging di Google si può giustamente affermare che lo spazio previsto per la messaggistica subirà dei sovraccarichi. In questo contesto l’uso di SMS A2P continua ad aumentare. Ovum prevede che nel 2019 verranno inviati 1,28 trilioni di messaggi SMS A2P SMS (contro gli 1,16 trilioni nel 2016). Parliamo dunque di 1,28 trilioni di opportunità di cui dispongono le imprese per entrare in contatto con i propri clienti.

Il sondaggio effettuato da Ovum sullo scambio di messaggi a livello aziendale lanciato la scorsa settimana in collaborazione con CLX e Symsoft, esplora il mercato in rapida evoluzione delle comunicazioni tra aziende e consumatori in considerazione di SMS, chatbot e RCS. I risultati del sondaggio indicano chiaramente che i marchi e le aziende sono pronti ad adottare dei formati di messaggistica più completi e interattivi.

Ecco cinque concetti estrapolati dal sondaggio che possono essere scaricati gratuitamente qui.

  1. L’uso di SMS two-way è in crescita. Il 23% delle persone cha hanno risposto ha dichiarato di aver usato SMS two-way con maggiore frequenza negli ultimi 12 mesi. L’uso tipico è la riprogrammazione di appuntamenti o un colloquio basato su SMS con un agente del centro contatti.
  2. Le aziende hanno acquisito maggiore dimestichezza con chatbot e Al come elementi di una miscela di opzioni di messaggistica aziendale. Il 25% delle persone cha hanno risposto al sondaggio ha affermato di aver già all’attivo un chatbot per automatizzare l’interazione con i clienti. I motivi principali sono stati individuati in una migliore interazione con i clienti, minori giri e la capacità di raggiungere livelli demografici difficili come la generazione Y.
  3. L’implementazione di chatbot avviene attraverso vari canali. L’84% delle aziende che utilizza chatbot adotta delle applicazioni per le chat tra cui Facebook Messenger, Kik, Line, Telegram e Skype. Il 76% delle persone che hanno risposto utilizzano chatbot su social network e social media. Un ulteriore 48% delle persone che hanno risposto ha affermato di usare SMS per fornire informazioni su chatbot ai propri clienti.
  4. RCS in arrivo. Una risposta su tre (36%) indica l’ipotesi di adottare il sistema di messaggistica aziendale Communications Services (RCS) il cui lancio è previsto il prossimo anno. Tra le aziende che sono predisposte ad adottare la messaggistica RCS, il 94% ha confermato che uno dei fattori chiave per la scelta è la capacità di fornire comunicazioni più complete caratterizzate da immagini e video, mentre l’89% è interessato all’uso di RCS per disporre di un sistema interattivo di conversazione con i propri clienti basato su chatbot.
  5. Le aziende apprezzano sistemi di messaggistica più informativi e più interattivi. Oltre metà delle persone che hanno risposto sarebbe disposta a pagare 1,5 – 3 volte il prezzo di un messaggio SMS ordinario.

Scarica adesso la relazione completa.

Signup for Blog Updates